it flag  pt flag

 

 

Novembre

 1

VENERDÌ

18:30 H

CONCERTO DI ORGANO

“PAROLA E SUONO. I SALMI”

(CONCERTO N.16)

 

Organista: Giampaolo Di Rosa

(Italia/Portogallo)

 

Improvvisazione sinfonica sul Salmo 145

 

O Dio, mio re, voglio esaltarti

e benedire il tuo nome in eterno e per sempre.

Ti voglio benedire ogni giorno,

lodare il tuo nome in eterno e per sempre.

 

Grande è il Signore

e degno di ogni lode,

a sua grandezza

non si può misurare.

 

Una generazione narra all'altra le tue opere,

nnunzia le tue meraviglie.

Proclamano lo splendore della tua gloria

e raccontano i tuoi prodigi.

 

Dicono la stupenda tua potenza

e parlano della tua grandezza.

Diffondono il ricordo della tua bontà immensa,

acclamano la tua giustizia.

 

Paziente e misericordioso è il Signore,

lento all'ira e ricco di grazia.

Buono è il Signore verso tutti,

la sua tenerezza si espande su tutte le creature.

 

Ti lodino, Signore, tutte le tue opere

e ti benedicano i tuoi fedeli.

Dicano la gloria del tuo regno

e parlino della tua potenza,

 

per manifestare agli uomini i tuoi prodigi

e la splendida gloria del tuo regno.

Il tuo regno è regno di tutti i secoli,

il tuo dominio si estende ad ogni generazione.

 

Fedele é il Signore in tutte le sue parole,

santo in tutte le sue opere.

Il Signore sostiene quelli che vacillano

e rialza chiunque è caduto.

 

Gli occhi di tutti sono rivolti a te in attesa

e tu provvedi loro il cibo a suo tempo.

Tu apri la tua mano

e sazi la fame di ogni vivente.

 

Giusto è il Signore in tutte le sue vie,

santo in tutte le sue opere.

Il Signore è vicino a quanti lo invocano,

a quanti lo cercano con cuore sincero.

 

Egli appaga il desiderio di quelli che lo temono,

ascolta il loro grido e li salva.

Il Signore protegge quelli che lo amano,

ma disperde tutti gli empi.

 

Canti la mia bocca

la lode del Signore.

Ogni vivente benedica il suo nome santo,

in eterno e sempre.

 

Giampaolo Di Rosa

Organista, pianista, cembalista.

È organista titolare di Sant’Antonio dei Portoghesi in Roma e della Cattedrale di Vila Real in Portogallo, organista residente della Cattedrale di León in Spagna e della Chiesa di S. Ildefonso di Porto.

Compie gli studi musicali di pianoforte, organo, clavicembalo, musica da camera, musica antica, composizione, teoria ed analisi in Italia, Germania, Francia e Portogallo conseguendo titoli di laurea e di specializzazione, oltre al dottorato di ricerca.

È interprete di repertorio comprendente ogni epoca fino all’improvvisazione e trascrizione organistica, includendo le integrali per organo di Frescobaldi, Sweelinck, Bach, Franck, Liszt e Messiaen.

In seguito a docenza universitaria decennale, si dedica ora alla pratica liturgica, al concertismo, alla divulgazione dell’improvvisazione, all’organologia e alla produzione musicale insieme a Chiese e istituzioni impegnate nella pastorale della cultura, particolarmente, sin dal 2008, con Mons. Borges, per l’Istituto Portoghese di Sant’Antonio in Roma, IPSAR.

Svolge attività concertistica in Europa, Russia, Nord e Sud America, Medio ed Estremo Oriente e Australia. 

   

10

DOMENICA

17:00 H

SANTA MESSA

 

Presieduta da Mons. Agostinho da Costa Borges

(Rettore della Chiesa)

 

Seguita dal tradizionale “Magusto”.

 

11

LUNEDÌ

18:30 H

Inaugurazione della mostra fotografica

Papas Peregrinos de Fátima - Papi Pellegrini di Fatima

Di Rui Ochoa

 

La mostra rimarrà aperta fino al 30 novembre 2019,

tutti i giorni, dalle 9.30 alle 19.00

 

IPSAR (Istituto Portoghese di Sant’Antonio in Roma).,

in via dei Portoghesi, 6.

  

INVITO

 

13

MERCOLEDÌ

10:00 H

Dall’Urbe ai monti:

la devozione a sant’Antonio da Lisbona e di Padova

da Roma ad Anzino

 

Convegno di studiui storico, artistico, devozionali nel 350° del Santuario di Anzino

 

10.00

INTRODUZIONE

Saluto del Rettore dell’IPSAR

Saluto dell’Ambasciatore di Portogallo

 

10.30

SANT’ANTONIO DA ROMA ALLE ALPI

Alessandro Serra

Le comunità nazionali a Roma:

forestieri, devozioni, identità (secco. XVI-XVIII)

 

Cesare Silva

Gli anzinesi a Roma tra emigrazione e fortuna;

l’organizzazione, il lavoro e le vicende di una comunità

 

Stefano Della Sala

Anzino, la sua chiesa e il santuario di sant’Antonio:

storia, arte architettura

 

Paolo Cozzo

I santuari antoniani italiani: geografia della devozione

13.00 Pausa pranzo

 

15.00

SANT’ANTONIO TRA ARTE E ATTUALITA’

Pietro Messa

San Francesco tra il sultano e sant'Antonio

Sant’Antonio e il mondo islamico

nell’8° centenario dell’incontro tra Francesco e il sultano

 

Damiano Pomi

Il quadro di sant’Antonio:

iconografia ed arte, da Roma ad Anzino

 

Lydia Salviucci

Un particolare genere di pala d’altare

con l’immagine del santo circondata

da riquadri con scene della sua vita

 

Barbaro Aniello

Il responsorio “Si quaeris miracula”:

testo, musica, adattamenti a santi diversi

 

Conclusioni

 

Parrocchia San Bernardo / Santuario Sant’Antonio di Padova in Anzino / Istituto Pubblico di Anzino

  

COMUNICATO

 

17

DOMENICA

17:00 H

Santa Messa di ringraziamento per la canonizzazione di San Bartolomeo dei Martiri (1514-1590)

 

Presiede S. Em. Rev.ma il Cardinale José Tolentino de Mendonça

(Archivista e Bibliotecario di Santa Romana Chiesa)

 

San Bartolomeo dei Martiri (Bartolomeu Fernandes)

Lisbona, Portogallo, 3 maggio 1514 - Viana do Castelo, Portogallo, 16 luglio 1590 

Bartolomeu Fernandes nacque a Lisbona, in Portogallo, il 3 maggio 1514. Entrato nell’Ordine dei Predicatori, ovvero tra i Domenicani, ricevette l’abito religioso l’11 novembre 1528 e cambiò nome in fra Bartolomeo dei Martiri, in onore della Vergine Maria, venerata come Nostra Signora dei Martiri nella chiesa dove fu battezzato. Nel 1538 concluse gli studi teologici. Fu docente nei conventi di Lisbona e di Évora, poi divenne priore del convento di Benfica a Lisbona. Il 27 gennaio 1559, con la bolla «Gratiaedivinaepraemium», papa Paolo IV confermò la sua nomina ad arcivescovo di Braga, che accettò solo per ubbidienza al suo priore provinciale. Padre Bartolomeo fu ordinato vescovo il 3 settembre 1559. La sua missione apostolica fu mirata all’evangelizzazione del popolo e alla santificazione del clero, oltre che a rendere effettive le disposizioni del Concilio di Trento, cui prese parte dal 1561 al 1563. Il 23 febbraio 1582 si dimise e si ritirò nel convento della Santa Croce a Viana do Castelo, dove morì il 16 luglio 1590. È stato beatificato il 4 novembre 2001 da san Giovanni Paolo II. In seguito alle richieste dell’episcopato portoghese, il 20 dicembre 2016 papa Francesco ha concesso la dispensa per il secondo miracolo necessario alla canonizzazione. Il 5 luglio 2019, infine, ha approvato i voti favorevoli dei membri della Congregazione delle Cause dei Santi a riguardo, procedendo alla canonizzazione equipollente. I resti mortali di Bartolomeo dei Martiri sono venerati nella chiesa del convento di San Domenico a Viana do Castelo.

(Da Santi, Beati e Testimoni)

 
17

DOMENICA

18:30 H

CONCERTO DI ORGANO

“Bach e la Francia”

 

Organista: Bernhard Marx

(Germania)

 

André Raison (Ca. 1650 – 1719)

Offerte du 5ème Ton, le Vive-le-Roy des Parisiens à son entrée à l’Hôtel de Ville le 30 Janvier 1687

 

Johann Sebastian Bach (1685 – 1750)

“Wachet auf, ruft uns die Stimme” BWV 645

Preludio in mi bem. Magg. BWV 552/1

Kyrie, Gott Vater in Ewigkeit BWV 672

Christe, aller Welt Trost BWV 673

Kyrie, Gott heiliger Geist BWV 674

Fuga in mi bem. Magg. BWV 552/2

 

Hector Berlioz (1803 – 1869)

Sérénade agreste à la Madone sur le thème des Pifferari romains (Paris 1845)

 

Louis Vierne (1870 – 1937)

Carillon de Westminster op. 54,6 (1927)

Dalla Sinfonia n.1 op.14 (1899):

Andante. Quasi adagio

Final. Allegro

 

Bernhard Marx è stato allievo d’organo di Marie-Claire Alain e Gaston Litaize (Parigi), e di Ludwig Doerr (Saarbrücken e Freiburg); inoltre ha partecipato a diversi corsi internazionali di perfezionamento con Anton Heiller (Vienna) e con Luigi Ferdinando Tagliavini (Bologna).

Ha registrato per enti radiofonici e televisivi ed ha inciso dischi; tiene concerti nel mondo intero.

Dal 1972 è organista titolare della Johanneskirche a Friburgo e professore d’organo della Accademia pedagogica della stessa città.

Dall’ anno accademico 1979-1980 è stato nominato professore d’organo del Conservatorio superiore di musica sacra di Rottenburg, dal 1987 esperto organario dell’Arcidiocesi di Friburgo.

Dal 1997 è direttore artistico del rinomato Festival internazionale della musica sacra del Duomo di St. Blasien e dal 2011 organista titolare dello stesso.

La critica musicale ha sempre sottolineato il virtuosismo di Bernhard Marx, la fedeltà delle sue interpretazioni e l’espressività nell’uso dei registri.

 

24

DOMENICA

18:30 H

CONCERTO DI ORGANO

“4 mani, 4 piedi”

 

Organista: Hye–Young, Michael Bottenhorn

(Sud Corea/Germania)

 

Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791)

Adagio et Rondo KV 617 (a 4 mani)

(Trascrizione: Gerhard Weinberger)

 

Nicolaus Bruhns (1665 – 1697)

Præludium in mi minore ("groß")

 

Denis Bédard (*1950)

Petite Suite (a 4 mani):

1. Introduction

2.Fanfare

3.Lied

4.Scherzando

 

Gabriel Fauré (1845 – 1924)

"Pelléas et Mélisande“ (Trascrizione: Louis Robillard)

II. Fileuse

III. Sicilienne

 

Peter I. Tschaikowsky (1840 – 1893)

Da "Lo Schiaccianoci":

Marche

Danse de la Fée – Dragée

Danse russe Trepak

 

Naji Hakim (*1955)

Rhapsody for Organ Duo

1. Allegro molto

2. Andante sostenuto

3. Vivace

4. Andante tranquillo – Allegro giocoso – Tempo primo

5. Quodlibet

 

Michael Bottenhorn è nato nel 1976 ad Alsfeld in Assia, cominciando lo studio musicale all’età di undici anni, fino al primo esame fondamentale per la musica sacra nella Diocesi di Fulda.

Dopo la maturità studia presso le Università di Würzburg e Stoccarda con celebri organisti quali Günther Kaunzinger e Ludger Lohmann, ottenendo i relativi diplomi con il massimo dei voti e approfondendo lo studio dell’organo in corsi internazionali tenuti da Daniel Roth, Marie-Claire Alain, Olivier Latry, Peter Planyavsky e John Laukvik.

Comincia la sua attività professionale quale assistente musicale del Duomo di Würzburg, in seguito quale Kantor in Neunkirchen (Saarland), quindi presso la Chiesa di St. Josef in Bonn.

Svolge attività concertistica in Europa, Stati Uniti e Sud Africa, con un repertorio comprendente tutte le epoche musicali dedicando un particolare interesse all’arte dell’improvvisazione.

 

 

 

Programa2019 1

 

Programa2019 2

 

Programa2019 3

 

Programa2019 4

 

Programa2019 5

 

Programa2019 6

 

Programa2019 7

 

Programa2019 8

 

 

CONTATTACI